Le 6 grandi paure dell’insuccesso

Esistono 6 grandi paure che limitano la realizzazione dei nostri sogni

Post e mappa mentale di riassunto per conoscerle ed eliminarle…

Ciao, Marco Venturi e aiuto le persone nello sviluppo personale in tempi brevi con articoli, podcast, ebook, audio e video. Evitando perciò anni di tentativi fallimentari e di rinunce nell’essere più sani, efficaci e liberi (sopratutto da se stessi) con il metodo delle mappe mentali.

Il successo, qualsiasi sia l’idea che hai di questo termine è un risultato di abitudini utili e di prove superate.

Le 6 grandi paure che lo negano sono tratte dal libro campione di vendite nella storia dell’editoria: Pensa e arricchisci te stesso di Napoleon Hill.

L’autore, già 85 anni fa sul noto volume sottolineava che l’insuccesso e la frustrazione erano causati da un insieme di paure e indecisioni. La combinazione di questi due fattori ha da sempre creato persone infelici che mancano di determinazione..

Determinazione?..

Sono principalmente 4 i motivi per cui non realizziamo i nostri obiettivi, anche quando sono realmente possibili.

  • Mancanza di uno scopo preciso. Dire a se stessi “voglio diventare ricco” non comunica nulla alla nostra mente. Una direzione precisa è dirsi (e scriversi nel dettaglio) la cifra netta che vuoi guadagnare, in quanto tempo, a che costo, cosa dovrai fare e come procederai..
  • Autodisciplina. Significa darsi delle regole e sopratutto rispettarle nel lungo periodo. Fare ciò che serve non solo aiuta a produrre risultati ma aumenta la nostra idea del possibile, la nostra autostima globale.
  • Procrastinazione. La tendenza a non decidere mai e non fare il necessario (e perciò perdere tempo) è data da abitudini che vanno monitorate e sostituite con altre più utili. Procrastiniamo quando non abbiamo uno scopo chiaro, quando non siamo disciplinati ma anche..
  • Inconscio non istruito. In realtà l’inconscio di ognuno di noi è molto bene istruito ma esamina e porta nella realtà i nostri pensieri ricorrenti. E’ ciò che pensiamo e crediamo il nostro peggiore limite.

 

Copertina libro

 

Le 6 grandi paure chiudono il cerchio dell’insoddisfazione. Se più di queste infieriscono disagio e preoccupazione la via per la frustrazione e i rimpianti è certa. Ma possiamo eliminarle una a una con consapevolezza, lungimiranza e buonsenso. Ecco perciò da quali paure guardarti bene e come eliminarle dalla tua vita.

Ps: Come sempre la mappa mentale contiene i link per approfondire nel dettaglio ogni concetto 🙂

Le 6 grandi paure e come superarle

  1. La paura della miseria.  Tutti temiamo i momenti difficili e questo lungo periodo di pandemia ci mette tutt’ora a dura prova. Invece di farci influenzare dalle cattive notizie e paragonarci ai più famosi su Instagram fai una cosa intelligente… Accetta ciò che riesci ad accumulare. Significa smettere di pretendere troppo da se stessi e darsi da fare seriamente su ciò che è possibile per te. Tu sai a cosa mi riferisco,.. i tuoi sogni devono essere equilibrati con le tue vere aspettative.
  2. La paura delle critiche. Finché ci preoccupiamo di cosa pensano, di cosa fanno o dicono di noi gli altri rimaniamo bloccati in uno stato d’inerzia. Questa paura si contrasta con un sano egoismo riflettendo su cosa fa stare bene noi. Pensa a te per prima cosa, a essere la persona che vuoi essere e fregatene del giudizio degli altri. Inoltre ritornando autentici gli apprezzamenti crescono…
  3. La paura della malattia. Anche su questa paura la tua mente gioca un ruolo fondamentale. L’ipocondria è il risultato di una difficoltà portata all’estremo. Per mantenere quest’ansia a livello equilibrato basta riflettete sui tuoi atteggiamenti. Smetti di lamentarti e di piangerti addosso, fai ciò che riesci con le tue forze, ti aiuterà a dimenticare i sintomi e a stare meglio.
  4. La paura della perdita dell’amore. L’amore è importante e completa la vita. E’ dare, donare se stessi all’altro ma quando non è corrisposto o addirittura viene sfruttato per egoismo personale è certamente da lasciare andare. Decidi di vivere senza piuttosto che sopportare la mancanza d’amore.
  5. La paura della vecchiaia. Fino a pochi anni fa l’età era segno distintivo di esperienza e saggezza. Oggi nella mentalità comune è un problema da nascondere con ritocchi. Invece è una benedizione che dovrebbe essere rivalutata e meritare rispetto. Non si è vecchi finché non si è spenti dentro.
  6. La paura della morte. Se c’è una cosa che non cede al libero arbitrio è la morte. Accettala come parte della vita in cui tutto nasce, cresce e matura e finisce. Una legge universale accolta solo da chi guarda indietro e scopre di aver fatto il proprio meglio in ogni occasione.

 Ognuna di queste paure è come un serpente che si nutre della preoccupazione continua. Smetterà di tormentarti appena smetterai di alimentarlo con pensieri e convinzioni distorte. Vinci queste grandi paure e riceverai compostezza, tranquillità e serenità. 

Link a Pensa e arricchisci te stesso

Scarica la Mappa Mentale cliccando sull’immagine

Stammi al Meglio ciao Marco

 

Tag: , , , , , ,

Condividi questo post con il mondo!

L'autore: Marco

Sono Marco Venturi. Docente, ricercatore e imprenditore online. Su www.latuamappa.com condivido idee e mappe mentali per essere più efficaci, sereni e liberi (sopratutto da se stessi :)  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.