Come eliminare i dubbi dalla tua testa

Il dubbio logora. Tutti noi abbiamo dei dubbi che ci impediscono di decidere e di agire, quando i dubbi sono troppi la nostra mente va in cerca di conferme e le trova finché diventano convinzioni certe… come fare allora?..

E’ possibile eliminare un dubbio che si istilla nella testa e vedremo come con questo esperimento che ha conferme scientifiche.

Un allievo di 17 anni, ieri mi ha detto di avere già molti dubbi, di non sapere cosa fare e cosa volere dalla vita… La cosa mi ha lasciato interdetto ed ho risposto in modo generale dicendo che è bene avere alcuni dubbi purché non diventino delle ansie ma non ho saputo dargli la carica di possibilità come al solito …Sai perché?…

Perché ero preso dal pensiero di non avere pronta la frase migliore per motivarlo…Avevo dei dubbi anche io.

Poi mi ha fatto vedere un’immagine della sua amica sulla quale un estraneo su facebook ha commentato in modo compromettente .. Ho scoperto nel giro di pochi minuti come un semplice dubbio, si trasformi in una certezza se solo lo si alimenta con altri dubbi. In un attimo la sua amica preferita era diventata ai suoi occhi una spietata traditrice.

Ho portato allora parecchie ragioni per contrastare la sua sensazione in assenza di prove e credo di esserci riuscito vedendolo più calmo e riflessivo.

Abbiamo poi parlato delle sue passioni e dei suoi talenti, di cosa gli piacerebbe fare ed avere, e tutto è tornato a livelli normali ed equilibrati. Avrà però eliminato il dubbio?.. Non credo proprio.

Esiste un modo per eliminare i dubbi che ci frullano per la testa?... Certo, scegliere di non ascoltarli, decidere di fare qualcosa che ci preoccupa, di rischiare o di agire prima che i dubbi diventino delle certezze alle quali sarà più difficile opporsi.

Ma i dubbi limitano proprio questo… ci tolgono la forza di scegliere come agire, come fare allora?…Come eliminare da subito un dubbio che ci impedisce di decidere?…

Un dubbio può essere il punto di partenza di una prossima convinzione che potrebbe recarci parecchio dolore e le conferme ai nostri dubbi arriveranno puntuali perché quello su cui ci concentriamo aumenta se non lo sappiano equilibrare con l’introspezione.

Prestando attenzione a quello percepiamo di un’esperienza possiamo scegliere se continuare a credere al dubbio o meno, prima che diventi un’abitudine inconscia e magari anche fisica, come la depressione, lo stress ecc…

Una frase del grande Max Formisano che calza a pennello è:

Non è l’esperienza che crea le nostre convinzioni (sopratutto negative) ma è la percezione che abbiamo delle nostre esperienze che le creano…

Ed aggiungo che i dubbi sono le nostre personali interpretazioni di quello che viviamo, le nostre percezioni, alcune vere ed intuitive, altre irreali e negative

Per coincidenza, alla quale faccio decisamente attenzione, mi cade l’occhio su una mail di un blog di psicologia che seguo da tempo e cliccando arrivo nella home page dove noto in punto interrogativo…

Questo che trovi di seguito è un articolo poco in vista ma dal contenuto interessante di Jennifer Delgado Suàrez dal blog l’Angolo della psicologia riguardo ad i dubbi che ci facciamo spesso e come eliminarli con un po’ di lavoro ma dal risultato scientificamente confermato:

osserva i tuoi dubbi

Osserva i tuoi dubbi

Eliminare i dubbi: Un’impresa titanica

Una certa dose di pensiero critico non fa male a nessuno. Tuttavia, a volte i dubbi ci fanno prendere delle pessime decisioni o, cosa ancora peggiore, ci condannano al totale immobilismo.

Ovviamente, l’impossibilità di conoscere con certezza cosa ci nasconde una determinata decisione è qualcosa di abbastanza difficile da affrontare, ma assumere dei rischi è l’unica maniera di procedere nel cammino della vita.

Gli studi realizzati nel campo della Psicologia dimostrano che quando siamo vittime del dubbio terminiamo per cercare una quantità eccessiva di informazioni (probabilmente nel tentativo di trovare delle certezze) ma alla fine, queste ci fanno solo rimandare la decisione. Se qualche volta avete dubitato seriamente di qualcosa sapete a cosa mi riferisco.

Inoltre, si conosce anche che le persone che tendono ad essere vittime del dubbio in genere sviluppano anche sintomi depressivi e ansiosi. La buona notizia è che, ora una nuova ricerca ci rivela quella che potrebbe essere una soluzione.

Ricercatori dell’Università del Kentucky e dell’Università Autonoma di Madrid, hanno realizzato un esperimento molto interessante. Hanno coinvolto una serie di persone che si potrebbero qualificare come “dubbiosi cronici”.

Per iniziare, li sottoposero a un test con l’obiettivo di risvegliare la sensazione di insicurezza. In pratica, in questa prova i partecipanti dovevano formare una frase con una serie di parole. Un esempio di frase era: “Il portavoce mise in dubbio le sue ragioni” e si indicava loro che nel caso di non riuscire a formare una frase sensata, potevano lasciare fuori le parole “Il portavoce”. Infine, la frase poteva risultare così: “Mise in dubbio le sue ragioni”.

A questo punto l’esperimento ebbe una svolta di 360 gradi. Le parole che presumibilmente dovevano fomentare i dubbi ebbero l’effetto contrario propiziando sicurezza. Questo suggerisce che mettere in discussione i nostri dubbi può avere dei benefici. Naturalmente, non si tratta di una soluzione permanente, ma funzionerà nel breve periodo.

I ricercatori scoprirono che possiamo dissipare i dubbi anche solo muovendo la testa in segno negativo. Naturalmente, questo effetto dura solo alcuni minuti, così che non è la soluzione più sicura per eliminare i dubbi importanti. Tuttavia, è certo che lo studio risulta molto interessante dato che ci dimostra una volta di più come semplici gesti o parole possono potenziare uno stato mentale piuttosto che un altro.

Come fare?..

Come fare?..

Un esercizio che vi aiuterà a prendere le decisioni

Quando dobbiamo prendere una decisione importante e abbiamo dei dubbi, la nostra strategia tende ad essere la procrastinazione (rimandare la decisione). Forse perché crediamo che con il passare del tempo potremo ottenere più informazioni e ridurre così l’insicurezza.

Ovviamente, non voglio dire che si tratti di una strategia sbagliata dato che a volte la scelta più saggia è sicuramente attendere. Tuttavia, questa strategia non è sempre assertiva ma piuttosto nella maggioranza dei casi termina con provocarci grande tensione e a volte, addirittura ci fa perdere eccellenti opportunità.

Se siete il tipo di persona che tende a fermarsi durante il cammino perché i dubbi non gli permettono di avanzare, ho qui per voi un esercizio molto semplice che vi aiuterà a prendere la decisione che continuate a rimandare.

  1. Concentratevi nella decisione che dovete prendere. Scrivete su di un foglio qual è la decisione che state rimandando (sottolineiamo che normalmente quello che si rimanda è la messa in pratica della decisione). A questo punto fermatevi ed esaminate i vostri sentimenti. Cosa provate quando pensate alla vostra decisione?  Trascrivete queste emozioni in una colonna sul foglio di carta.
  1. Realizzate una lista con i vostri dubbi. Riflettete su ognuno di essi e tentate di associare i dubbi con le emozioni che provate. Adesso, chiedetevi se il vostro dubbio ha una base reale o se è solo una credenza che vi sta limitando. Eliminate tutti i dubbi che non hanno una base reale o la cui possibilità di concretizzarsi è inferiore al 50%. Eliminate tutti i sentimenti che avete associato a questi ultimi.

Vi sorprenderete nel vedere che nella vostra lista restano pochi dubbi e sentimenti negativi, perché realmente la maggioranza dei tentennamenti che ci trattengono provengono da credenze sbagliate relative a noi stessi e alla vita.

  1. Portate alla vostra mente una situazione simile nella quale avete preso la decisione adeguata. Questo vi darà fiducia.
  1. Identificate le vostre qualità. Vi sorprenderà vedere come i dubbi non provengono dalle vostre migliori qualità ma piuttosto dalle vostre paure.
  1. Accettate i rischi. Dietro ad ogni decisione vi è sempre un altro cammino che non intraprenderete. Questo è un rischio ed una responsabilità che dovremo accettare. La cosa più importante è sentirsi sicuri che, in questo preciso momento, con l’informazione di cui disponevate, avete preso la migliore decisione possibile.

Fonte:Wichman, A. L. et. Al. (2010) Doubting one’s doubt: A formula for confidence? Journal of Experimental Social Psychology; 46(2): 350-355. Angolo della Psicologia ~ 13:00

shadow-ornament

In sintesi, appena ti accorgi di avere dei dubbi (che provengono dalla paura) concentrati sulla decisione da prendere, cerca le conferme nelle esperienze positive passate e corri il rischio prendendoti la responsabilità di quello che accadrà.

Scegli in cosa credere perché l’esterno reagisce esattamente con la stessa intensità che inviamo, qualunque essa sia..e le incertezze ne creano ed inviano parecchie…Scegli di non ascoltare i ripensamenti e vivrai molto meglio perché seguirai quello che ti fa bene, la felicità a volte ha bisogno anche di questo.

Ps: La prossima volta che capiterà di dissipare dei dubbi sarò più pronto e ringrazio Jennifer Delgado Suàrez per aver condiviso questa pagina che spero ti sia utile e ti chiedo di condividere … 🙂

Stammi al Meglio ciao Marco

 

Tag: , , , , ,

Condividi questo post con il mondo!

L'autore: Marco

Sono Marco Venturi. Docente, ricercatore ed imprenditore online, autore del blog www.latuamappa.com sul quale condivido articoli e prodotti, ebook e varie mappe mentali riguardanti il benessere psico-fisico, la crescita personale e professionale.Obiettivo del sito?..  Allenarci ad essere più felici, realizzati e liberi (sopratutto da noi stessi :)

7 COMMENTI

  1. Dubitare di se stesso è il primo segno dell’intelligenza. (Ugo Ojetti)

  2. Aver paura del diavolo è uno dei modi di dubitare di Dio. (Kahlil Gibran)

  3. La verità non vuol altro dio all’infuori di sé. – La fede nella verità comincia con il dubbio in tutte le «verità» credute sino a quel momento. (Friedrich Nietzsche)

  4. Non è sempre il dubbio che va debellato, ma le cattive abitudini. (Fulton J. Sheen)

  5. Sono affascinato dal dubbio. La certezza, il pregiudizio non fanno per me. Il bello è che il famoso beneficio del dubbio esiste: coltivo il dubbio ed è più rilassante della marijuana. (Caparezza)

  6. Roberto Gervaso

    Chi dubita di tutto, forse ha capito tutto.
    Chi non dubita di nulla è capace di tutto.
    Chi non dubita mai di niente non ha capito niente.
    Dubito sempre di chi non dubita di niente.

  7. Pingback: Falli soffrire.. Le leggi per avere fascino da vendere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.