Terry è cambiata.. Il Potere delle coccole

 Le coccole dicono più di mille parole e questo fatto ne è un esempio.

Terry è un cagnolino di mezza taglia con le zampe sottili e il mento a punta, ha la particolarità di essere sempre stata con me una vera “stronzina” ma ora è cambiata, sai perché?… Ha seguito un esempio diverso, quello delle coccole.

 

Da oltre 10 anni, quando parto per le mie camminate mattutine in compagnia del mio fidato lettore mp3, per prima cosa metto le piccole cuffie agli orecchi e scelgo quale audiobook o corso ascoltare. Terry, che abita vicino casa è sempre stata li…

In quei momenti non sono attento alle case sulla via e lei, ogni volta si è sempre appostata in punti diversi del giardino per prendermi di sorpresa ed abbaiare all’improvviso con quel timbro acuto e odioso di chi sembra ti voglia sbranare. Diverse volte mi ha fatto prendere un accidente e saltare dal marciapiede alla strada.. che cavolo hai da abbaiare..

Sono certo che se non ci fosse stata la recinzione, Terry mi avrebbe morso almeno una volta. Ho anche cambiato strada per evitare la sua rabbia. Qualche volta ho provato a zittirla e/o calmarla ma a nulla è valso. Lei ha sempre visto in me un nemico e neppure il suo padrone riusciva a fermarla finché ero in zona. Ho addirittura preso l’abitudine di camminare dall’altra parte della strada per non far uscire tutti i vicini dalla finestra vista la confusione. Niente.

Terry  ha sempre fatto di tutto per allontanarmi…

Negli ultimi mesi però, nella villetta di fianco a casa di Terry è arrivato un giovane Labrador, dolcissimo e sempre attivo. Sai come mediamente sono i Labrador?.. hanno l’energia di un pullman di sportivi tedeschi che non si fermano davanti a nulla, solo l’istinto li domina.

Coccole

Jack

La prima volta che ci siamo visti con Jack, il Labrador, abbiamo capito entrambi che eravamo in sintonia. Da allora, per prendere la sua razione di coccole quando passo di li, abbandona anche i padroni scocciati del suo atteggiamento con me e non con loro… Sarà un segnale?...Quando i padroni di Jack non sono in giardino lo strapazzo e lui mi porta palle e ossi di plastica, mi lecca le mani, devo anche sgridarlo perché tenta di scavalcare il recinto.

Terry dal canto suo, non potendo non vedere cosa le succede a fianco, da un po’ ha iniziato ad essere più mansueta al punto di smettere di abbaiare e di starsene nella sua cuccia indifferente… Qualche settimana fa, prima di giungere dal mio amato Jack ho scorto Terry muta e scodinzolante dietro il cancello… cavolo mi sono detto… adesso gliene dico quattro,  tipo: “Brutta stronza, cos è ti gira bene?”Adesso avresti voglia di coccole anche tu?..

Invece mi ha intenerito ed ho reagito come con Jack, con l’atteggiamento e il linguaggio che si usa con i bambini piccoli, con quelle paroline sciocche che piacciono tanto a grandi e piccoli e Terry ha messo il muso fuori dalle inferriate. Senza esitazione le ho preso la testa tra le mani e le ho ridato l’attenzione che probabilmente le mancava da anni. Come scodinzolava… sembrava avesse ritrovato il padre, la madre e tutta la famiglia in un solo colpo. Questa era un’occasione che non potevo perdere perché Terry finalmente si era data una domanda diversa.

Coccole

Terry

L’ho coccolata per un quarto d’ora, le piaceva farsi grattare il collo, si stendeva a terra per mostrarmi la pancia in segno di fiducia, cercava le mie mani e quando fingevo di voler smettere abbaiava e mi dava le zampette… mentre me ne andavo mi seguiva fino alla fine del recinto. Ammetto di essere tornato a casa con il sorriso.  Sia Terry sia Jack adesso aspettano il loro turno di coccole e a giudicare da come annusano le mie mani secondo me si accorgono che la stessa festa la faccio anche ad altri cani e gatti che come loro mi fanno festa.

Saranno gelosi?… Non credo.. vanità, ed orgoglio sono caratteristiche umane.

PPS: Perdonami la morale certamente fuori luogo ma credo che se ci fosse un poco più di attenzione e di coccole ai nostri figli, la loro vita sarebbe più semplice e la scuola, gli insegnanti, la strada non avrebbero paura di loro  🙂

Immagini da Pixabay

Stammi al Meglio ciao Marco

Tag: , , , , , , , , , , ,

Condividi questo post con il mondo!

L'autore: Marco

Sono Marco Venturi. Docente, ricercatore ed imprenditore online, autore del blog www.latuamappa.com sul quale condivido articoli e prodotti, ebook e varie mappe mentali riguardanti il benessere psico-fisico, la crescita personale e professionale.Obiettivo del sito?..  Allenarci ad essere più felici, realizzati e liberi (sopratutto da noi stessi :)

6 COMMENTI

  1. bravo marco

    • Grazie Dario, fatti sentire più spesso ci manchi.. 😉
      Stammi al Meglio ciao Marco

  2. Ciao Marco , articolo carino
    Non sono sicura che avrei agito così con terry, gliela avrei fatta pagare.
    Secondo la mia opinione oggigiorno con i ragazzi oltre le sacrosante coccole occorrerebbe anche una ripresa o uno schiaffone.

    • Sono d’accordo con te Polly, sebbene credo che il problema sia a monte.
      Siamo noi adulti che diamo l’esempio ai figli, loro diventano ciò che gli mostriamo noi fin da subito.
      L’amore e l’apprezzamento ma anche il rispetto delle regole deve essere dimostrato fin da piccoli (2/6 anni) e non preteso a 13/17 anni.

      Il problema di certi bambini o ragazzi sono i loro genitori non la scuola…
      Un Abbraccio Ciao Marco

  3. D’accordo con la morale………..

    • Ciao Marianna, in realtà volevo raccontare un fatto ma vista la diffusione di questi video dei ragazzi a scuola non ho resistito…

      Un Abbraccio ciao Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.