Identità: Piccole abitudini per grandi cambiamenti

Cosa crea l’identità, la personalità?..

Mappa mentale e riassunto di Abitudini Atomiche: Piccole abitudini per grandi cambiamenti. Trasforma la tua vita un piccolo passo alla volta di James Clear

 

Pubblicato nello scorso anno, questo nuovo libro di Jamer Clear affronta in modo efficace e chiaro ciò che il mondo della crescita personale spesso sottovaluta. 

Così concentrati sul successo, sull’efficacia, sulle prestazioni personali e perciò sul risultato finale dimentichiamo che alla base del cambiamento c’è un sistema molto semplice. Le nostre abitudini.

Tutti noi siamo la somma delle nostre abitudini, ciò che abbiamo ripetuto. Cambiando queste piccole ripetizioni giornaliere possiamo cambiare non solo il risultato finale ma ciò che conta di più.

Diventare persone migliori in grado di meritare risultati ed effetti migliori.

Cambiamo noi stessi, la nostra identità e ci avviciniamo ogni giorno a chi vogliamo essere.

Ciao, sono Marco Venturi e dalla passione sulla nostra mente ho creato un’attività e una comunità con migliaia d’iscritti. Condivido idee, mappe mentali ed ebook per essere più efficaci e liberi (sopratutto da noi stessi).

Per fare questo occorre concentrasi sul processo giornaliero fatto di mille piccole abitudini che vanno scelte invece che subite. Selezionando nuove abitudini da sostituire a quelle dannose e infelici e procedendo passo passo…

vizio del fumo

Le 4 fasi dell’abitudine

Ogni abitudine come il vizio del fumo, la pigrizia o il mangiare troppo ha 4 fattori che la rendono difficile da modificare data la costante ripetizione. La richiesta (input e desiderio) e la risposta e ricompensa.

Questi fasi creano nel tempo un bisogno da soddisfare che possiamo gestire come le emozioni. Con la consapevolezza di come funziona l’abitudine.

  1. Input. È lo stimolo come la fame o un bisogno primario. Il segnale iniziale da cui parte la richiesta. Un sintomo biologico ma spesso mentale che richiama la seconda fase.
  2. Desiderio. La sensazione o emozione di mancanza aumenta in noi il desiderio della stessa. Cresce la necessità di soddisfare, la voglia diventa più forte e pretende una nostra azione.
  3. La risposta. L‘istinto prende il sopravvento e ci porta ad esempio ad aprire il frigo o ad accendere la sigaretta. Dato lo stimolo e il desiderio rispondiamo con un movimento che chiuda il cerchio e ci soddisfi.
  4. La ricompensa. Scegliere tra la cioccolata e una mela nel frigo adesso è complesso perché verrebbe a mancare la gratificazione finale. L’intuito può suggerire la cosa migliore da mangiare ma l’istinto è inconscio e solitamente vince, vince la cioccolata o il gelato.

Attraverso queste fasi abbiamo appreso tutte le nostre abitudini, anche quelle che vorremmo eliminare. Per la nostra risalita serve avere alcuni punti fermi ben chiari in mente:

L’1% ripetuto porta risultati incredibili nel lungo periodo. Il tuo obiettivo non deve essere il risultato finale ma allenare e aumentare giornalmente questi tanti un per cento.

Creare nuove abitudini concentrandoti su ciò di cui sei forte.

Concentrati e insisti sul processo che ti porta ad assumere l’identità che desideri.
Allena la pazienza. Attendi con fiducia lo sviluppo delle tue nuove facoltà e non mollare, portale fino in fondo.  Link al Libro qui.

frutta

 

Come integrare nuove benefiche abitudini

Metti in Evidenza. Fai una lista delle abitudini che vuoi acquisire per avere chiarezza. Rifletti con calma e abbinale ai momenti in cui puoi applicarle attivamente.  Scegline una, la più utile adesso e..
Rendila Attrattiva. Più siamo attratti più siamo spinti ad agire in quella direzione. Abbina una cosa che vuoi fare a qualcosa che devi fare. Devi andare al lavoro e vuoi mantenere l’abitudine di muoverti e camminare?.. Lascia l’auto nel parcheggio più lontano oppure scendi a una fermata diversa della metro. Frequenta persone che considerano normale ciò che ti motiva e ti motiveranno a procedere.
Semplicità. Rendi facili le nuove abitudini modificando l’ambiente in cui vivi. Padroneggia le piccole scelte giornaliere con la regola dei 2 minuti. Inizialmente favorisci quelle routine che non richiedono più di due minuti per essere svolte. Nel tempo sarà più facile attivarti su quelle che richiedono più tempo.
Soddisfazione. Ripetiamo volentieri ciò che ci soddisfa. Usa una ricompensa immediata come un caffè, un dolce o un piccolo regalo per motivarti. Datti una prova visiva che funziona. Aggiungi una gratifica al nuovo modo e sarai più propenso a procedere. 

Infine uno sguardo su come eliminare qualsiasi abitudine che scopriamo ammalarci, limitarci nella vita o peggiorarci l’umore. Il processo contrario al precedente ci aiuta a sostituire le abitudini con le nuove appena scelte.

gomma da cancellare

 

Come eliminare una cattiva abitudine

Inversione. Rendi visibile l’abitudine che vuoi eliminare e scrivila o ancora meglio creane una mappa mentale.
Rendila sgradevole. Peggiora gli stimoli di ciò che non vuoi più e migliora quelli che derivano da ciò che vuoi. Elenca gli effetti negativi di quest’abitudine, trovane i risvolti più pericolosi e immaginane gli effetti. Scrivili. 
Rendila difficile. Fai in modo che ciò che vuoi eliminare sia anche difficile da fare. Esamina e scrivi le modalità più scomode e complesse. Ad esempio paga in anticipo i mesi di palestra, sarai certamente spinto ad allenarti. ..
Rendila insoddisfacente. Se non ti soddisfa ciò che fai lo farai sempre meno. Diamo il meglio quando traiamo soddisfazione, esaminandone gli svantaggi puoi cambiarne gli effetti e renderla molto meno soddisfacente. Attivati nel praticare ciò che hai scritto.

Ripeti più volte e in breve tempo l’insieme delle piccole modifiche giornaliere farà la differenza. Un’identità diversa e decisamente più gratificante ha alla base da questo percorso. 

Siamo la somma di ciò che abbiamo appreso e ripetuto. 

Puoi trovare Il libro di James Clear  qui oppure cliccando sull’immagine sotto.

 

copertina libro

Scarica la mappa mentale  di riassunto da questo link oppure dall’immagine sotto:

Stammi al meglio Ciao Marco

 


Tag: , , , , , , ,

Condividi questo post con il mondo!

L'autore: Marco

Sono Marco Venturi. Docente, ricercatore e imprenditore online. Su www.latuamappa.com condivido idee e mappe mentali per essere più efficaci, sereni e liberi (sopratutto da se stessi :)  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.