12 promesse per conquistare la Gioia di Vivere in soli 3 mesi

Questa è la mia storia dal 2005 che racconta come sono uscito dalla depressione e come ho conquistato la Gioia di Vivere in soli 3 mesi.

 

Vivere diventa davvero arduo in certi momenti perché tutto ti cade addosso, ma ho deciso di reagire e questa è stata la scelta migliore della mia vita…
shadow-ornament

La depressione cancella la gioia, la sotterra al punto di dimenticarla. Il protrarsi per lungo tempo di questa defezione mentale complica oltremodo la tua vita e quella dei tuoi cari e credimi… queste sensazioni le ricordo ancora… Ho scelto di condividere il mio percorso per aiutare le tantissime persone che si trovano in questo stato di impotenza dando loro una diversa visione, quella che ha funzionato davvero per me dopo vari ed inutili tentativi…

Cosa scoprirai da questo post?..

  1. Un riassunto della mia storia dal 2005
  2. Perché la tua mente non ti fa credere nella felicità….
  3. La paura è un’ illusione….
  4. Da dove deriva lo stress che si trasforma in disagio continuo…
  5. Come delle semplici promesse con te stesso/a possono cambiare la tua vita  in 3 mesi e darti quello che meriti, la gioia di vivere in pace con te stesso/a e con il mondo.

Mi morderò la lingua.. 

per non averlo capito prima…

è il titolo che ho dato all’eBook e mappa concettuale allegata che spiega nel dettaglio come ritrovare la Gioia di Vivere per andare a prendere quello che è Tuo di diritto.
arrow

 

shadow-ornament

Iniziamo?… La mia storia dal 2005

Venivo da un periodo nel quale nella mia vita erano successe le cose più tremende:

  • Avevo perso il lavoro.
  • Avevo buttato tempo e denaro in un progetto finito male.
  • Avevo perso mio padre dopo anni di cure e due mesi di coma…

Vivevo con le minime entrate che potevo permettermi e le mie energie erano pari a quelle di un 90″enne. Solo l’amore della mia compagna e dei miei cari mi donava aria e persino il mio fisico si era accorto di questo dolore ed avevo raccolto parecchi sintomi:

  1. Ulcera
  2. Gastrite continua
  3. Debolezza e giramenti di testa
  4. Virus intestinale per mesi
  5. Calcoli al fegato
  6. Attacchi di panico…..

Poi, una “santa” frase di un amico mi ha fatto capire che spettava a me accettare le cose e reagire assumendo la responsabilità della mia vita. Ho preso allora la decisione di fare tutto il necessario per diventare la persona che volevo davvero essere e  ri-conquistare la gioia di vivere in salute, con la pace nell’anima, la serenità che meritavo.

Ho studiato a fondo, ho acquistato (e letto..) vari libri, ho partecipato a più seminari, visto Dvd e ascoltato più volte audio-ebook e raccolto tantissimi concetti e soluzioni su mappe mentali per ricordare tutto ed infine ho messo in pratica quello che ho appreso. Un concetto alla volta e la mia vita è cambiata davvero.

Ecco quindi alcune cose che devi sapere se provieni da periodi difficili …

Non è quello che sai che cambia la tua vita, ma quello che fai con quello che sai…

shadow-ornament

La gioia di vivere si ottiene quando le due menti (Conscio ed Inconscio) collaborano…

 

  1. La tua mente non è impostata su felicità e successo.

Davvero!.. La tua mente non è programmata per farti sentire bella o bello, capace o professionale, o il leader della tua esistenza. Il compito primario di questo organo è quello di mantenerti in vita ed al sicuro. E per poter fare questo con risparmio energetico tende a generalizzare tutte le tue esperienze in un unico calderone nel quale ripete sempre le stesse (sicure) funzioni.

Ecco il motivo per cui quando sei in depressione aggiungi inconsapevolmente più situazioni ed esperienze passate alla stessa emozione che cresce fino a farti perdere il controllo. Questo per le tue abitudini positive è utilissimo ma purtroppo funziona anche per quelle negative che ti fanno soffrire. E il tuo inconscio nel frattempo raccoglie tutto…

Come programmare la tua mente per essere più felice?.. Controllando e cambiando i pensieri negativi in positivi. Sono quelli che alimentano le tue emozioni…

Lo vediamo nel proseguo, nel frattempo ti faccio notare che ho volutamente inserito la “felicità”, prima della realizzazione. Al contrario di quello che probabilmente credi funziona così…La felicità va cercata prima della realizzazione. Uno stato d’animo sereno e positivo, trasporta molta più energia e motivazione che, se condita da Desideri etici e spirito di Volontà conduce immancabilmente ad una maggiore realizzazione in ogni senso. Il contrario non funziona… mai…

1° indicazione: Occupati da subito della tua salute fisica e mentale perché è quella che sostiene tutte le altre cose…, ovvero continua a leggere questo post 🙂

shadow-ornament

2. La paura è una finzione…

La paura è due tipi. Quella reale, ad esempio se decidi di attraversare una strada senza guardare chi arriva. La paura di essere investito/a è reale e può davvero salvarti la vita quindi ti è utile. Quella immaginata e’ irreale ma spesso così alimentata (da noi stessi) che ci mette nelle condizioni di farla accadere nella realtà. Come?... È ancora una volta la mente che spinta dalle tue forti emozioni la va a cercare… Davvero! Il termine scientifico è SAR, il tuo Sistema di Attivazione Reticolare.

Esempio: Immagina di aver davvero paura dei ragni. Cosa cercherà la tua mente se tu dovessi scendere in cantina per prendere una scatola di pelati?… Avrai forse difficoltà a trovarli (i pelati), ma avrai molta facilità a scovare in ogni angolo, in ogni stipite o corrimano il più minuscolo ragnetto che è spaventato più di te.  Sei d’accordo?…

Siamo schiavi dei nostri pensieri e delle nostre ansie, di dubbi e pregiudizi e non padroni della nostra mente… e più questi sono vecchi, pesanti ed opprimenti più ne diventiamo schiavi anche nella realtà. Anche se non esistono.

2° Indicazione: Il modo migliore per sconfiggere le tue paure è esaminarle e guardarle in faccia, noterai presto che non sono reali ma convinzioni deleterie apprese a tua insaputa. E le convinzioni si cambiano…

La paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire e si accorse che non c’era nessuno…

 

come vincere lo Stress

La gioia di vivere e lo stress sono antagonisti, chi vince?.. Quello che alleni di più.

shadow-ornament

3. Lo stress è l’anticamera di ogni malessere

Da dove arriva lo stress?.. dall’aver troppe cose per la mente?… Lo stress deriva dal NON fare la cosa giusta per te.

Rifletti su questa frase perché contiene tante risposte. Lo stress si accumula quando non fai quello che dovresti in ogni senso.  E non venirmi a dire che non sai quale sia la cosa giusta da fare, la sai benissimo… si chiama “la cosa giusta” perché la senti bene, anche quando cerchi di negarla a te stesso/a con scuse di ogni tipo, inoltre , la cosa giusta da fare è sempre superiore ai tuoi pensieri negativi. Tu non sei i tuoi pensieri, la tua mente è un organo che quando sei in depressione lavora contro di te invece che a tuo favore, tu sei molto di più dei i tuoi pensieri o della tua fretta.

3° Indicazione:  Per migliorare la tua situazione devi comprendere cosa è giusto per te, selezionare una cosa alla volta e fare Attenzione  a quella. Il resto lascialo andare… impara a dire di NO!

L’attenzione che metti sulle cose, le avvicina a te…

shadow-ornament

4. Le 12 promesse 

Segui adesso per un attimo questa logica:

Se la depressione è causata dalla ripetizione ossessiva di pensieri negativi fino a sfociare in una patologia (Psicosi) che necessita addirittura di cure farmaceutiche, converrai che analizzando e cambiando pensieri e atteggiamenti puoi giungere alla patologia opposta, la serenità, la gioia di vivere come credi. Ma tutto dipende te, dalla tua disponibilità a fare un passo alla volta.

Cosa succede se tu agisci davvero su questa logica tesi?.. Se tu acquisisci consapevolezza dei tuoi pensieri e li osservi solamente, se cambi e rallenti il modo di respirare, cambi postura in una più aperta e positiva, se cambi atteggiamento con te e con gli altri…cosa succede dentro di te?.. come ti senti?…  

Stai meglio perché ti esterni dalle tue emozioni. Ecco il punto, dall’esterno delle tue emozioni hai il controllo per cambiarle.

arrow

 

Mappa concettuale de: la gioia di vivere

La gioia di vivere è su questa mappa concettuale

4° Indicazione: Se tu prometti a te stesso di fare attenzione ad una singola cosa che ti fa bene per una settimana, quella nuova immagine inizia a formarsi nella tua mente. Esattamente come è successo per la tua crisi, nel giro di poco tempo (tre mesi appunto, ma i risultati si vedono già in una settimana..) diventa una realtà interna che la tua mente vede ed elabora e quindi, la cercherà anche all’esterno e troverà molte conferme. Per percepire una realtà esterna diversa devi cambiare quella interna. Come dentro come fuori.

Su cosa si concentra una persona depressa?.. cosa ottiene?… invece, cosa vuole una persona felice?.. cosa ottiene?.. E’ la mente che risponde in ogni caso.

Non serve neppure crederci… serve applicare. I risultati arrivano da sé.

La depressione non vi accade, una depressione non la si prende, la si crea mediante specifiche azioni mentali e fisiche. R. Bandler

shadow-ornament

Quindi, prendi tu il controllo della tua mente e della Tua Vita e scopri come portarti dove vuoi davvero perché altrimenti, “loro” continueranno a portarti dove non vuoi.. Dove non meriti di essere.

Questo e ben altro è raccolto e spiegato nel dettaglio su: Mi morderò la lingua.. per non averlo capito prima..

L’eBook e mappa concettuale che partendo dalla mia storia elenca le strategie che io stesso ho implementato per essere sereno in ogni occasione e capace finalmente di condurre la mia vita dove desidero.

Ps: clicca sull’immagine di copertina per saperne di più.. 

arrow

 

la gioia di vivere

Stammi al Meglio ciao Marco

 

 

 

PPS: Condividi?…

 

Scarica la Grande Mappa Mentale ” I 20 Segreti della Felicità” iscrivendoti nel BOX in alto a destra…è Gratis per Te e la riceverai nella mail !


oppure…Unisciti a noi!
Iscriviti alla newsletter e sarai aggiornato alle novità, post e mappe mentali…








Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

Condividi questo post con il mondo!

12 COMMENTI

  1. Buongiorno Sig. Venturi.
    Sono al parco giochi con mia figlia e mentre lei gioca con le sue amiche sto leggendo il Suo eBook davvero interessante.
    Dopo il parto ho avuto diversi problemi emotivi e penso che possa capire quanto è difficile per me essere madre in queste condizioni. Se mi permette avrei una domanda, dopo la frase del Suo amico, quale primo pensiero le ha fatto cambiare le cose?
    La Ringrazio per la Sua preziosa risposta che attendo il prima possibile.
    Saluti Silvana.

    • Buondì Silvana, grazie a te per aver acquistato l’ebook e grazie sopratutto per la tua domanda che dimostra la disponibilità a mettere in discussione le tue sofferenze. Questo per me è un vero (raro) pregio e la vera soddisfazione nel mio lavoro.
      Per rispondere alla tua domanda ammetto che:
      Il primo pensiero che ho avuto subito dopo la “Santa Frase” del mio amico nel 2005 è stato quello di sentirmi offeso da tanta indelicatezza… il secondo pensiero è stato subito migliore e mi sono chiesto: E se avesse ragione lui?… Ecco quello che ha girato completamente le cose.
      Allora non sapevo ancora che viviamo in due mondi, quello reale che ci circonda e quello formato dai nostri pensieri (che è quello che ci fa soffrire) che crediamo reale ma non lo è..
      Da quella frase sono uscito per un attimo dalle mie ansie ed ho visto le cose dall’esterno, fuori dalle mie emozioni che mi legavano stretto ed ho visto che la mia sofferenza non era reale ma autoindotta a mia insaputa nel tempo.
      Quello che racconto sull’ebook è come liberarsi dalle morse della nostra mente nella quale ci immedesimiamo convinti che sia la realtà.. Ma non lo è,la realtà è davanti a noi SENZA le nostre emozioni.
      Quello che anche tu puoi fare è iniziare a credere che tu non sei quello che pensi e osservare i tuoi pensieri da fuori di te, in questo modo ti estranei dalle tue emozioni
      Spero di averti dato la risposta che volevi e ti auguro il Meglio, quello che meriti.
      Ps Se vuoi puoi contattarmi sui contatti 🙂
      Un Abbraccio ciao

      • Grazie Marco, sono estattamente queste emozioni che ritornano sempre anche se non capisco da quali pensieri…
        Ho accettato ed iniziato a praticare la prima promessa che ho compreso essere un’abitudine davvero dannosa per me e ammetto che mi lamento spesso, troppo spesso..
        Grazie di Cuore per avermi dato la tua via, avevo bisogno di possibilità…e tu l’hai fatto con semplicità <3
        Silvana

        • Grazie a te Silvana,tutti noi abbiamo una grande paura del cambiamento mentre è Naturale e giusto per la nostra crescita.
          E tu l’hai accettato, questa è la libertà.
          Stammi al Meglio e tienimi aggiornato dei progressi
          Un Abbraccio ciao M

  2. Grazie Marco *****

  3. bel post
    Interessante prospettiva quella di mordersi la lingua ….meriterebbe tentare
    ciao da Edoardo

    • Provaci Edoardo e sappimi dire…:)

      • Z…. fa male…. ieri mi sono morso la lingua 18 volte…. avrò bisogno di aiuto?….

        • Deve far male Edoardo.. purtroppo è il dolore che ci risveglia dalle nostre abitudini.
          Ps: Non hai bisogno di nessun aiuto tranne che continuare ad essere consapevole di come pensi.. a suon di morsi 🙂
          PPs: Metti in pratica anche le promesse e sappimi dire come procede…
          Stammi al Meglio ciao M

  4. Buongiorno a tutti, sono Cristina e sono appena arrivata sul sito.
    Grazie per le mille risorse che condividete.
    Un Abbraccio di Luce XXXXX

    • Benvenuta Cristina, ogni tua richiesta o precisazione è stimolo per nuove considerazioni che accresce tutti noi quindi non esitare…
      Facci sapere..
      Stammi al Meglio ciao Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *